Nel vigneto di Montecalvi

A Montecalvi abbiamo poco più di quattro ettari vitati, distribuiti in cinque diversi vigneti. Le Terrazze è il nostro vigneto più antico e più bello, piantato su terrazze di pietra a secco nel 1932, il che lo rende uno dei vigneti più antichi della Toscana. Poi c’è il vigneto Montecalvi (in tre parcelle), piantato per la prima volta a Sangiovese nel 1990 e ampliato nel 2006. Il vigneto San Piero è stato piantato nel 2003 a Cabernet Sauvignon e, più recentemente, abbiamo piantato Il Pozzo nel 2019 a Ciliegiolo e La Chiantigiana nel 2022 esclusivamente a Sangiovese.

Uno dei compiti che dobbiamo affrontare in vigna è cercare di mantenere una “chioma” costante. Una chioma piena produce più frutti (ovviamente) ma massimizza anche l’intercettazione della luce in questi tempi di riscaldamento. Ma di tanto in tanto perdiamo delle viti, generalmente a causa dell’età, di lesioni o di malattie, e quindi dobbiamo sostituirle. Questa primavera abbiamo iniziato a sostituire tutte le nostre viti mancanti, circa 1.400 in totale. Si tratta di un compito abbastanza semplice – scavare la buca, piantare la giovane vite, aggiungere acqua e sostanze nutritive – ma richiede tempo. Una squadra di 14 persone ha trascorso due settimane lavorando dall’alba al tramonto per portare a termine il lavoro. Ora guardiamo, aspettiamo, annaffiamo e preghiamo!

TOP

Carrello 0