Tagliatelle ai funghi porcini

La Toscana in questo periodo è particolarmente bella e ne approfittiamo per fare lunghe passeggiate tra le vigne e nei boschi. Grazie alle abbondanti piogge durante l’anno, ci troviamo in piena stagione dei funghi porcini, regalandoci un’ottima scusa per preparare della pasta fatta in casa

Ingredienti per 4 persone

  • 2 uova
  • 200 g di farina 00
  • 300 g di funghi porcini freschi
  • 1 peperoncino fresco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • Olio Extra Vergine di Oliva di Montecalvi

Passare la farina a setaccio sul vostro piano di lavoro e formate un incavo al centro come un cratere. Versate le uova che sono state sbattute leggermente al centro del cratere e pian piano incorporate la farina per creare un impasto. Lavorate con le dita per circa 5 minuti. Quando si presenta lucido ed elastico, fatelo riposare sotto a un panno pulito per 30 minuti. Dopo di che, lavoratelo ancora velocemente prima di passarlo nella macchina per la pasta. Volete cercare di fare una tagliatella fina (dello spessore di 1 cm). Una volta pronta, basta un paio di minuti di cottura in acqua bollente salata.

Per il sugo, con uno spazzolino morbido, pulite i funghi porcini e rimuovete tutte le impurità. Poi passate velocemente sotto l’acqua e asciugate con un panno di carta. Giusto una sciacquatina in caso ci fosse della terra. Rimuovete la sostanza verde spugnosa sotto il cappello poi tagliate a fettine. Schiacciate l’aglio e tagliate il peperoncino a fettine sottili. So non riuscite a trovare il peperoncino fresco potete usare quello secco.

Mettete una buona dose di olio a riscaldare in padella, aggiungete l’aglio e poi il peperoncino, e prima che l’aglio prenda colore, aggiungete i porcini e salate bene. A fuoco medio saranno pronti in 10 minuti. Se il sugo si secca, aggiungete qualche cucchiaio di acqua bollente dalla pentola per la pasta. Appena la pasta è cotta, scolatela e mischiatela nella padella con i porcini per qualche secondo in modo che sia tutta condita. Aggiungete il prezzemolo.

Impiattate subito e condite abbondantemente con Olio Extra Vergine di Oliva di Montecalvi e pepe macinato al momento.

Vino? Questo piatto è sia una pietanza follemente confortante che altamente sofisticata e quindi l’abbiniamo al VV 2014, il vino che proviene dalle vecchie viti delle Terrazze (impiantate nel 1932). Questo vino che ha ottenuto 94 punti dalla rivista Falstaff riempie sia il palato che l’anima.

TOP

Carrello 0